Piano di Sviluppo Rurale 2007 - 2013
Il 19/12/2007 l Unione Europea ha approvato all’unanimità il nuovo Piano di Sviluppo Rurale del Lazio - Il nuovo Piano, prevede 1 miliardo e mezzo di investimenti nei prossimi 7 anni, così ripartiti: 355 milioni di spesa pubblica, 333 di investimenti privati e circa 500 milioni di indotto.


Rispetto al precedente periodo di programmazione 2000 - 2006, infatti, il PSR potrà contare, nella nostra Regione, su circa 100 milioni di euro in più. A maggior ragione, quindi, esso rappresenterà ancora, per i prossimi anni, il più importante strumento a sostegno delle imprese agricole, anche cooperative, nella nostra
Regione. Il Piano sarà articolato operativamente nei seguenri quattro assi:
• Primo asse - miglioramento della competitività del settore agricolo - forestale; prevede quelle misure utili a favorire la ristrutturazione delle infrastrutture e a innalzare il livello di qualità delle produzioni (50 % dei finanziamenti).

• Secondo asse - interventi per l'ambiente e il paesaggio rurale;  finalizzato al rispetto degli standard comunitari del settore e alla valorizzazione economica degli aspetti ambientali dell'azienda (34 % dei finanziamenti).

• Terzo asse - azioni per la qualità della vita e diversificazione dell'economia rurale finalizzato ad incentivare tutto ciò che attiene l'incremento della produttività, dell'occupazione e del turismo (12 % dei finanziamenti).

• Quarto asse - programma Leader; riguarda il partenariato locale per promuovere la cooperazione e lo sviluppo e migliorare la governance (4 % dei finanziamenti).


A.G.C.I. Lazio intende dare il suo contributo alla nuova programmazione regionale partecipando a tutti i Tavoli in sede di concertazione e ricercando il coinvolgimento attivo e propositivo da parte di tutte le sue cooperative agricole associate. Si invitano, quindi, tutti gli interessati a contattare gli Uffici della scrivente Associazione per ricevere ulteriori aggiornamenti sull'evoluzione del Piano, anche in vista della concertazione con la Regione Lazio dei relativi avvisi pubblici per la richiesta di contributi, che si prevede diventeranno operativi entro la fine del corrente anno.

SCARICA IL DOCUMENTO scarica