COMUNICATO AGCI LAZIO

L' AGCI Lazio, di fronte alle recenti notizie sull'indagine della Procura Generale di Roma, che stanno mettendo in luce la costituzione di una organizzazione di criminalità organizzata con modalità mafiosa di altissima pericolosità nella Città di Roma e nella Regione Lazio e che, vede coinvolte Istituzioni Politiche e Amministrative ed anche importanti dirigenti della Cooperazione e delle Imprese, esprime il suo sgomento per le complicità che affiorano e per l'evidente attacco agli Organismi democratici che rappresentano il tessuto della convivenza e della partecipazione dei Cittadini.
Tali comportamenti, se confermati dalle indagini, producono un grave danno di discredito sulle Istituzioni e sulla Politica. La distorsione della libera partecipazione alle scelte dei rappresentanti dei Cittadini e della corretta concorrenza delle Imprese genera evidenti guasti economici sulla collettività, aprendo una ferita che merita un risarcimento.
Chiediamo quindi che la Magistratura svolga il suo compito in piena autonomia e il più rapidamente possibile.
Chiediamo ai gruppi dirigenti degli Organismi coinvolti a qualsiasi titolo nell'indagine, di fare un passo indietro immediato dimettendosi dai propri ruoli.
Crediamo che la Cooperazione e in particolare la Cooperazione Sociale sia tradita nei suoi valori e nelle sue scelte da queste vicende. La storia della Cooperazione Sociale nella Città di Roma, ormai più che trentennale, coinvolge decine di migliaia di persone, di operatori sociali, quotidianamente impegnati per accogliere i bisogni e le esigenze della popolazione più fragile con dedizione e competenza aumentando, attraverso enormi difficoltà, la qualità della vita.
Crediamo che sia opportuno l'apertura di una discussione aperta e pubblica sulle evidenti responsabilità della Politica e delle Rappresentanze se verranno confermate le ipotesi delle indagini.
Crediamo che sia necessario e giusto distinguere tra le responsabilità dei singoli e le Imprese Sociali, i Soci Lavoratori, e la salvaguardia della produzione sociale e della qualità creata dalla Cooperazione Sociale proteggendo posti di lavoro e investimenti in questa Città.

Roma 04 12 2014