UNIONFIDI (Legge regionale LAZIO 22-05-1997, n. 11. Art. 52)

La Regione Lazio, al fine di favorire l'accesso al credito delle piccole e medie imprese operanti nell'industria, nell'artigianato, nel commercio, nel turismo, nell'agricoltura e nei servizi, ha promosso con legge regionale 22 maggio 1997 n° 11, all'art. 52 e successive modifiche e integrazioni, la costituzione di una Società regionale di

garanzia sui fidi denominata Unionfidi Lazio. L'attività di Unionfidi Lazio S.p.A. si esplica, direttamente o attraverso i Consorzi di garanzia associati.

In base alle convenzioni sottoscritte dall'Unionfidi Lazio S.p.A. con la Regione Lazio, la Camera di Commercio di Roma ed il Comune di Roma, sono stati istituiti diversi Fondi per i diversi settori di attività.

I Fondi sono destinati a favorire l'accesso al credito delle piccole e medie imprese del Lazio, che operino nei settori dell'industria, commercio, turismo, artigianato, agricoltura e servizi.

Le finalità di Unionfidi Lazio, quindi, sono:

  • agevolare lìaccesso al credito delle PMI e favorire i processi di sviluppo dell'economia locale;
  • favorire le nuove attività di impresa operanti sul territorio;
  • consolidare e rafforzare quelle già esistenti.

Per fare ciò Unionfidi Lazio interviene attraverso:

  • la prestazione di garanzie su finanziamenti a medio e lungo termine per progetti di sviluppo delle attività di impresa;
  • il sostegno creditizio alla creazione di nuova imprenditorialità e consolidamento di nuove imprese;
  • il consolidamento delle passività bancarie a breve.

Per poter usufruire dei Fondi le imprese devono essere economicamente e finanziariamente sane e presentare programmi di investimento in beni materiali ed immateriali.

L'ammissibilità delle spese sostenute è riconosciuta per quelle non antecedenti a sei mesi la data della richiesta. Per accedere alle garanzie dei diversi fondi occorre presentare domanda su apposita modulistica.

Per la documentazione di riferimento, vai alla pagina di Unionfidi Unionfidi Lazio S.p.A..